C.A.R., condizionamento



CondizionamentoMolti dei climatizzatori d'aria in commercio sono strutturati come pompa di calore, cioè hanno la capacità di produrre sia il freddo sia il caldo.
Esistono due tecnologie di funzionamento On-Off e Inverter:
i climatizzatori On-Off utilizzano una tecnologia molto semplice senza l'impiego di una modulazione nel funzionamento. Funzionando sempre alla potenza massima hanno dei costi di esercizio superiori rispetto alla tecnologia Inverter. La tecnologia DC inverter consente un  risparmio energetico fino al 30%,  dovuto alla capacità dell'inverter di controllare e adattare il funzionamento alla temperatura richiesta nel locale; l'unità esterna inizialmente funziona al massimo dei giri, la potenza durante il funzionalento diminuisce man mano che si avvicina alla temperatura inpostata. Una volta raggiunte la temperatura impostata l'apparecchio lavorerà al minimo della potenza garantendo così un maggior confort e una riduzione sui consumi.

gas_r410aIl gas utilizzato per il raffreddamento e il riscaldamento è molto importante per stabilire la qualità di un prodotto, il R410A non diminuisce lo strato di ozono, elemento fondamentale per la protezione dalle radiazioni ultraviolette poiché ha un “ODP” (Ozone Depletion Potential) pari a zero.Non contiene cloro, dannoso per l’ambiente, non è tossico o infiammabile,a tutto vantaggio della sicurezza sia per l’utilizzatore sia per l’installatore.
Il gas R410A grazie ad elevate caratteristiche termodinamiche garantisce elevati rendimenti.

classi_energeticheLa classe energetica, è determinata in base al valore di EER ( Energy Efficiency Ratio, l'efficienza frigorifera-raffreddamento ) e di COP ( Coefficient Of Performance, l'efficienza in modalità pompa di calore-riscaldamento) e attribuita in base ai consumi elettrici dell'apparecchio ed espressa in una scala che va dalla A ( efficienza maggiore ) alla G ( efficienza minore ). Quindi, confrontando il valore  EER e  COP, si determina il livello di qualità dei prodotti, per cui se questi sono alti, aumentano i rendimenti e si abbassano gli assorbimenti elettrici.

Al fine di ridurre i consumi e l'emissione di anidride carbonica, molte case produttrici si stanno impegnando a produrre climatizzatori a bassi consumi energetici con classe di efficienza energetica A. Leggendo l'etichetta energetica dell'apparecchio possiamo rilevare una serie di dati interessanti: il nome del costruttore, il modello, la classe energetica e il consumo annuo di energia espressa in kwh. Ad ogni climatizzatore posto in vendita deve essere applicata, in base alla direttiva n. 02/31/CE, un'etichetta che riporta le principali caratteristiche del prodotto.


icona_pdf  Condizionamento Ariston


icona_pdf  Condizionamento Vaillant